In vendita la casa di Tiziano – Case file #7

Tag

, , , , , , , , , , , , , ,

Se, per caso, vi capita di avere in tasca un milione e 900 mila euro, consiglierei un acquisto immobiliare.

E’ notizia di oggi, infatti, che a Venezia è in vendita un – e cito dall’annuncio – “immobile di fascino”. Ed è proprio il caso di dirlo visto che si tratta del luogo in cui visse, alla fine del ‘500, Tiziano Vecellio, per gli amici solo Tiziano. Continua a leggere

Annunci

Chi ama l’ecomostro? – Case file #6

Tag

, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Ma quanto è bello il nostro Paese?
Montagne perennemente innevate, coste dal mare cristallino, vulcani attivi, dolci campagne coltivate, rigogliose foreste, tutto stipato in 301mila km². Una superficie piccolissima che dall’esterno subisce l’erosione costiera, e dall’interno viene conquistata dall’urbanizzazione.
L’Italia è così bella che il resto del mondo sogna di venirci.
L’Italia è così bella che nella Costituzione c’è scritto a chiare lettere, mica scemi, che “la Repubblica tutela il paesaggio” (art. 9).
Bene così! Bravi!
Se ci roviniamo sto popò di veduta, non c’è modo di tornare indietro.
E infatti..
Questa è una di quelle volte in cui il Serial Killer di Botticelli agisce in modo poco sensazionale e bisogna avere una pazienza da detective per continuare a seguirlo anche su quel terreno. Continua a leggere

Furto al Kunsthal Museum di Rotterdam – Case file #5

Tag

, , , , , , , , , , , , , , , ,

La notizia che il Killer di Botticelli ha colpito di nuovo, stavolta, è rimbalzata su tutti i giornali del mondo, ma nessuno sa che si tratta di lui.
Esclusi i presenti, ovviamente.

Rubate 7 opere d’arte dal Kunsthal Museum di Rotterdam”.

Il 7 Ottobre 2012, per celebrare il 20° anniversario della galleria olandese, veniva inaugurata una mostra dal titolo Avante Garde composta da 150 opere mai esposte al pubblico appartenenti alla collezione di Willem e Marijke Cordia-Van der Laan della Triton Foundation.

Continua a leggere

Verity – Case file #4

Tag

, , , , , , , , , , , , ,

Ilfracombe, nella contea del Devon, è un ameno villaggio inglese che s’affaccia su una suggestiva scogliera.

Qui risiede – e possiede un ristorante (!) – Damien Hirst, un artista molto seguito e molto discusso, nonché membro del gruppo YBA – Young British Artists che – a partire dalla fine degli anni ’80 – domina la nuova scena artistica britannica.

Pare che nel porto di Ilfracombe sia stata issata una statua di bronzo, realizzata proprio da Hirst, che non è piaciuta al Serial Killer. Continua a leggere

Syria, please stahp! – Emergency case file #3

Tag

, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Non è facile seguire il Serial Killer di Botticelli quando si tratta di zone di guerra. Alle sparatorie, alle bombe, ai morti di tutte le età, si aggiunge la mano crudele del Killer che – approfittando del caos – sottrae, rovina e distrugge.
Oggi, 15 ottobre 2012, in Siria, i continui scontri tra ribelli e governativi hanno condotto alla distruzione quasi totale della Grande Moschea di Aleppo.

Continua a leggere

Graffiti Art – Case File #2

Tag

, , , , , , , , , ,

Del Killer di Botticelli, mi ha sempre insospettito l’avversione per la street art.
Dice: “Chi imbratta i muri altrui dev’essere punito. Ritinteggiate tutto!”
Io, come investigatore privato, faccio parte di chi tutela la legge, e non sono del tutto contrario: “Laura ti amo”, “liberate i compagni Vincenzino e Totò”, ma anche “tag”1 riscritti metro dopo metro ossessivamente, mi sembra che giganteggino vacui sui muri e che siano anche esteticamente brutti.

Non è un muro cittadino la sede per discutere di politica, e poi chissenfrega di Laura e dell’ego grafomane di certa gente.

Continua a leggere

Ecce Mono – Case file #1

Tag

, , , , , , , , , , ,

L’indagine sul Serial Killer di Botticelli mi ha portato in Spagna, nella provincia di Saragozza.
A 60 km in direzione nord-ovest, infatti, c’è la pigra cittadina di Borja, poco più di cinquemila abitanti, e una storia vecchia di duemilacinquecentoerrotti anni. Testimoni di quel passato, ormai, decisamente andato: una manciata di edifici sacri delle epoche più disparate.

E’ là che vive Cecilia Giménez, un’arzilla ottantunenne che forse conosce il Serial Killer. Non vi nego che ho sospettato di lei all’inizio: ho pensato che Cecilia fosse il Serial Killer. Spero che non verrò biasimato per questo. Ma non è lei. Sono sicuro. Non può essere. Ha una certa età, e poi non ci sono ulteriori prove contro di lei. Solo un unico avvenimento che la vede protagonista. Non so davvero come farò a ricavarne una pista utile, ma sapete che tenterò.

Un mattino di agosto del 2012, Cecilia Giménez come sempre si è presentata al Santuario della Misericordia di Borja e, di buona lena, ha cominciato a dipingere. Fin qui tutto normale. Sembra una tranquilla vecchietta spagnola con un bell’hobby. Invece no. C’è un particolare. Quel preciso particolare che mi ha fatto fare un balzo dalla mia sedia-da-scrivania-da-detective, e portare il mio culo qui, in Spagna. La Sig.ra Cecilia stava dipingendo il muro della navata, proprio SOPRA un affresco del XIX secolo! Continua a leggere

Benvenuto al navigante

Tag

Salve Capitano di web-vascello, che con il tuo mouse-timone sei giunto in questo ameno lido.

Io sono il guardiano di questo piccolo faro telematico che non fa forse tanta luce, ma è accogliente, e spero che anche tu, capitano, godrai dell’attracco.

Il mio lavoro, però, non è fare il guardiano del faro, io sono un detective privato e raccolgo prove contro il più grande assassino di tutti i tempi, più temibile della contessa Elizabeth Bathory poichè ha mietuto molte più vittime, più pericoloso di Jack lo squartatore perché migliore di lui ad agire nell’ombra, è il serial killer dei nostri tempi, e io lo smaschererò!

E’ per questo che sono qui, nel mio faro, ho bisogno di riflettere, raccogliere prove, devo scoprire chi ha ucciso Botticelli!